Il contenitore dell’affetto

feedheart

Siamo abituati a nutrire il corpo, che si appesantisce e si deforma, la mente, che ci stressa e ci dà ansia. Ma il cuore, quand’è che nutriamo il cuore? L’UNICO che ci restituisce piacere fino all’amore! BENE! Sono entrata in questa casa e ho trovato il modo per nutrire il cuore.


Lui ha bisogno della leggerezza dell’affetto, della pienezza del senso e della semplicità
nella verità. Tutto questo non ha mai il carattere dell’emergenza e dell’ansia, tipica del mondo
che viviamo, ma della tranquillità di un mondo che qui ho iniziato a vedere.

Il mio cuore era stritolato e denutrito, costretto a mangiare cibo avariato ma ora è sazio
e inizia a vedere e a sentire. Sposta il corpo e la mente nella giusta direzione. Senza più
dubbi, fretta e tradimenti ma solo in un calmo e caldo piacere.

Chiunque può nutrire il cuore ma deve imparare a capire cosa lui vuole,
nel desiderio profondo e nel silenzio delle sue parole.
Imparate a parlare con lui e avrete risposte perfette.

 

Commenti

  1. Che bello Beatrice spostare i corpo e la mente in un calmo e caldo piacere.Se solo dessimo tutti più ascolto a quello che il cuore vuole e dice … A volte basta poco per essere sintonizzati sulla sua frequenza, ma ci lasciamo disturbare dal rumore di fondo e ascoltiamo troppa altra robaccia…
    Grazie.
    Impariamo a dialogare con il cuore, a nutrirlo, e a tenerlo allenato …
    sempre.
    letta

  2. letta

  3. gabriella dice:

    Ho riflettuto ieri sera su quanto viene nutrito il mio cuore…. quotidianamente.
    E\’ vero, non sempre me ne rendo conto, e penso che è il dono più bello.
    Penso che più siamo ben nutriti in tal senso e più possiamo nutrire il cuore degli altri.
    In fondo basta un secondo…un sorriso, un \"grazie\", un \"scusa\", una carezza….

    letta

  4. Grazie Beatrice per averci ricordato la necessità di ‘dare da mangiare al cuore’.
    letta

Lascia un commento