Kings of Leon – ritorno al rock

Foto della band
Breve intermezzo musicale in questo mare magnum di alte riflessioni, emozioni, cultura, spirito e sentimenti…. una piccola pausa di evasione ogni tanto ci vorrà pure, nò?

Propongo questa band americana di Nashville per la quale da pochi mesi ho perso la testa, è stato un colpo di …. fulmine, ma ho capito che il rock non è sul viale del tramonto, il rock è tornato …  …più vero e bello che mai, largo ai ….. Kings Of Leon!


 

Veicolato dall’attenta sensibilità di mio figlio Edoardo mi sono ritrovato ad ascoltare con la giusta predisposizione uno dei più accattivanti brani della band : Fans, … e da allora non ho smesso più.

Si tratta di rock vero, puro, senza mistificazioni, con dentro tutta la storia e la tradizione di questo genere e la proiezione verso i suoi orizzonti prossimi venturi.

Si tratta di quattro ragazzi, tre fratelli Caleb (voce e chitarra acustica), Matthew (chitarra elettrica) e Nathan (percussioni) ed un cugino Jared (basso elettrico), i Follwill che in breve tempo, con quattro solidi album e lunghe ed apprezzate tournee in giro per il mondo (in particolare in Inghilterra e in Australia) si sono fatti spazio e nome tra gli appassionati ed i critici (la rivista Rolling Stone è entusiasta). Basta dire che nello scorso 2008 in Inghilterra il loro ultimo album “Only by the night” ha venduto più dei veterani di casa, i Coldplay.

Figli del pastore pentecostale Leon, in onore del quale è dedicato il nome della band, i tre fratelli sono cresciuti girando in lungo ed in largo il centro e il sudest degli stati uniti assieme con il papà, predicando, pensate un po’, il vangelo cristiano, e ricevendo al contempo una ottima educazione musicale.

Con un suono lucido che, nel rispetto della tradizione, mescola sapientemente le sue radici rock, country, folk, pop, blues con le più attuali influenze del garage e le oscurità dell’hard, che strizza l’occhio all’indie rock e si compiace di atmosfere psichedeliche, questi quattro ragazzi (tutti sotto i trent’anni) confezionano uno dopo l’altro brani energici, singolari, piacevoli, fluidi ma soprattutto veri, per il puro piacere di suonare e cantare insieme, far ballare, emozionare e divertire.

Perché i Kings Of Leon a Darsi Pace?

Perché … mi danno, e spero ne diano anche a voi, veramente pace, gioia e piacere, uno svago puro, limpido e armonico al quale appena posso mi abbandono ……

Perché … i tre fratelli hanno affermato sorridendo in un’intervista il grande influsso dell’educazione religiosa e del Jack Daniel’s (prodotto tipico del Tennessee).

Perché … citano tra i propri ispiratori i Joy Divisione e i Cure, e sanno arrivare dritti al cuore.

In Italia non sono ancora mai venuti, ma i figli del pastore pentecostale ne han fatta di strada.

Magari non vi interesseranno più di tanto e forse siete scettici quanto basta sul sano potere del rock, ma vi invito a provare.

Credo di avere detto le cose più importanti, non mi resta a questo punto che mostrarveli, e penso che il miglior modo sia questa versione live di Arizona al festival di Glastonbury (Inghilterra) 2008, brano maestoso ed epico che evoca nostalgici paesaggi lontani e sconfinati dove perdersi per ritrovarsi … nella speranza di portarvi per un po’ lontano, molto lontano da qui….

{youtubejw}33NfoMS7U88{/youtubejw}

 

e, per apprezzare le doti accattivanti del sound di questa band, che come detto all’inizio mi hanno subito entusiasmato, a seguire anche la scintillante ballata Fans, con notevoli echi degli Who (di R. Daltrey e P. Townshend), sempre in una esibizione dal vivo stavolta al Festival di Reading (Inghilterra) del 2007, dove la voce roca potente e graffiante di Caleb ha modo di farsi notare insieme alle note della sua echeggiante, enfatica, chitarra acustica…

{youtubejw}SiHZxxBg0oU{/youtubejw}

 

… e a tutti buona pace e buon ascolto, . . . . poi, mi raccomando : di nuovo tutti al lavoro, eh!.

 

Marco Falconi

 

{readmore}

 

Commenti

  1. … Caro Marco,
    io gradirei proprio gustarmeli, questi brani, con tutti voi; ma non mi riesce.
    Mi accade spesso di faticare a sentire e vedere i video, non sò perchè.
    Qualcuno può darmi qualche dritta? anche perchè se è difficile ascoltare le parole a tratti, la musica mi è impossibile.
    Spero che a tutti gli altri vada meglio, comunque sia ci riprovo, prima o poi mi accade sempre di "sentirli per intero".
    Rosella
    letta

  2. Domenico Parlavecchio dice:

    .. bravi.

    Grazie per la pausa musicale e soprattutto per avermeli fatti "incontrare".

    Ho letto i testi … interessanti anche se pieni di slang soprattutto Fans ;D

    .. ritorno a lavorare .. basta con gli interrupt per oggi

    letta

  3. Gabriella S. dice:

    Marco sei proprio inguaribile, non conoscevo l’oggetto del tuo post ed eccoti di nuovo con il rock.
    Il bello è che questa passione me l’hai attaccata e lo sai bene tu, ma non immaginano gli amici del sito quanto possa io, donna di mezza età, madre, posata, in carriera (????) trasformarmi con l’i pod nelle orecchie o peggio ancora ai concerti, scatenata peggio dei figli.
    Sapete questa musica se amata dà una carica incredibile, ti entra nelle vene e nel cuore.
    E così nella mia famiglia si è alla ricerca continua di tali emozioni che spesso ragazzi giovani, semplici, come i "Kings of leon" che non suonano per soldi ma per passione, possono trasmettere.
    Un abbraccio a tutti Gabriella
    letta

  4. Sono veramente felice di essere riuscito a portarvi un po’ lontano da qui, e vi ringrazio e in particolare:

    cara Rosella
    penso che il (non solo ) tuo problema di non buona visione dei video allegati dipenda dal tempo che occorre al browser per scaricare da Youtube il video per intero, questo fa sì che se non è tutto disponibile sul tuo pc la visione si inetrrompa in attesa di poter ricevere la restante parte del video, dunque credo che potresti risolvere dandogli un po’ più di tempo per scaricare tutto il video, ok?

    caro Domenico
    apprezzo molto il tuo giudizio e sono altrettanto curioso di conoscere la tua lettura dei testi che per la verità mi ha messo molto in difficoltà, anche io ho capito che c’è molto slang e gradirei capirne di più …. ti suggerisco ugualmente qualche altro approfondimento su Youtube perchè meritano veramente!

    cara Gabriella
    che dirti, lo sai che da questa passione non posso guarire e non guarirò mai, e che sono altamente fiero di averti …. contagiata è uno spettacolo che non si può perdere la tua performance con l’i pod, dunque grazie e continua così!

    Un saluto e un abbraccio con tanta, ma tanta pace a tutti.

    Che Dio vi benedica.

    Marco F.

    letta

  5. grazie Marco,
    ma ho l’impressione che non sia questo il problema attuale. Non succede proprio più nulla da tre giorni con i video.
    Io sopravvivo ugualmente e… aspetto che passi! facendo compagnia a Gabriella, girando per casa con l’ Mp3.
    ciao a tutti
    letta

  6. Fabrizio Falconi dice:

    Grazie per questa iniezione di energia !

    letta

  7. caro Marco
    per questo giorno di "festa", anche la mia parte di rete è ricollegata; ed io posso così lasciarmi ai sogni ed alle speranze dei mie vent’anni.
    Grazie!"si fa bella" la Vita.
    ‘n giorno a tutti
    Rosella.
    letta

  8. francesca bilotta dice:

    letta

  9. Carissima Francesca, non immagini il piacere che mi da questo tuo intervento, in effetti devo proprio dirti che da settembre non riesco ad ascoltare altro che i fantastici KOL !!!

    In attesa di sapere le date del prossimo tour (speriamo!!! ma sono 5 anni che girano il mondo in lungo e largo….)
    che appena disponilbili, renderò note! ti invito a visitare il loro sito che puoi scovare facilmente con google search (Kings Of Leon official site) ed anche a dare un’occhiata ai numerosissimi, e tra l’altro bellissimi, video disponibili su YouTube inseriti dai fans, ed infine al loro sito su My Space!!!

    Sono d’accordissimo con te Rock Puro : la scarica sale dallo stomaco e ti resta dentro ascoltando il loro vasto repertorio di brani, sinceramente uno più bello dell’altro…

    io non so dire vermente quale sia in assoluto il più bello, però dei 4 album prodotti, Because Of The Time mi sembra l’INECCEPIBILE! tutte le songs sono fantastiche, la mia hit è Fans, Arizona e On Call …
    Tu che ne dici???

    Un abbraccio con empatia, … Noi che capiamo certe emozioni… le emozioni del Rock
    8) 😉

    letta

  10. Francesca bilotta dice:

    🙂 mi regali un sorriso! e mentre scrivo li ascolto, atmosfera giusta! si girano tanto ma ancora qui in italia non sono arrivati, bè speriamo presto, anzi grazie per la disponibilità andrò a vedere anche sul loro sito, e grazie per la passione che metti! 🙂 sono veramente tutte belle, ognuna ha un suo ritmo e la sua particolarità sex on fire, charmer, fans non l avevo sentita! on call, knocked up!

    letta

Lascia un commento