Un mondo di lussuriosi?

Ascolta     Scarica(click destro -- salva destinazione con nome)

Il volto sempre più pornografico del nostro tempo, traboccante di una sessualità ostentata e mercificata, non segnala affatto una esuberanza del desiderio, quanto piuttosto uno spaventoso calo dell’eros reale. In questo mondo di passioni virtuali o comunque tristi e squallide, soffriamo in realtà di una penuria crescente di passioni autentiche, e di creatività.

Di questi argomenti ha parlato la giornalista Stefania Rosini con Marco Guzzi nella puntata della trasmissione Percorsi, curata da Elisabetta Parisi, su Radio Tre, domenica 29 novembre.
Alla trasmissione hanno partecipato anche Simona Argentieri e Angelika Riganatou.

Commenti

  1. Trasmissione interessante ! E’ del 2009 ma la scopro attualissima anche nel 2014, tanto più interessante quanto più l’aggravamento delle crisi economica , assegna al piacere sessuale non più la felice ricerca di un piacere allegro, ma lo riduce ad un piacere triste, consolatore dei collettivi dispiaceri. In trasmissione si parla di Lussuria. E’ ancora peccato? Meglio la castità ? Parole antiche di cui si è perso il senso reale, una cultura da rifondare con parole nuove, per ritrovare l’eros creativo caduto in depressione dell’uomo post industriale e consumatore telematico.
    Via la lussuria dunque e anche la castità, sposiamo invece una sessualità felice che si prenda amorevole cura dei nostri corpi desideranti ,insieme alle nostre anime spirituali, desiderose anch’esse dello stesso fuoco dell’eros divino !

Lascia un commento