Stupore

Lo scorso fine settimana ho goduto della presenza di amici vicini e lontani e così condivido con voi  alcune buone cose vissute insieme…non sia mai che mi dimentichi di regalarvi un sorriso…Parto dal buio, dalla camminata che la luna ci ha regalato sabato sera, dopo una giornata uggiosa e ricca di nebbia e nubi basse. Parto da qui perché è stata imprevista, un vero e proprio regalo del cielo, e quando il cielo fa di questi regali, come non alzare lo sguardo lassù e lasciarsi ipnotizzare.

Nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla possibilità di incamminarci, ma quante volte la vita è così, imprevedibile, meravigliosamente burlona, come lo sono gli arcobaleni, che appaiono senza preavviso e tu ti incanti e non proferisci parola, perché sarebbe come rompere l’incantesimo!

Giunti a poggio al vento, ci siamo illuminati alle candele e in cerchio abbiamo lasciato uscire parole di luce, parole che scaldavano cuori regalando brividi d’emozione, accarezzavano sogni e solleticavano la luna che continuava a giocare imperterrita a nascondino.

Condivido queste parole di Paulo Coelho con le quali ho aperto il cerchio: 

“Ogni guerriero della luce ha avuto paura di affrontare un combattimento. 

Ogni guerriero della luce ha tradito e mentito in passato.

Ogni guerriero della luce ha imboccato un cammino che non era il suo. 

Ogni guerriero della luce ha sofferto per cose prive di importanza. 

Ogni guerriero della luce ha pensato di non essere un guerriero della luce. 

Ogni guerriero della luce ha mancato ai suoi doveri spirituali. 

Ogni guerriero della luce ha detto “si” quando avrebbe voluto dire “no”. 

Ogni guerriero della luce ha ferito qualcuno che amava. 

Perciò è un guerriero della luce: perché ha passato queste esperienze, e non ha perduto la speranza di essere migliore”.

 

E’ chiaro che durante la camminata il cielo è stato amico, ci ha regalato squarci meravigliosi, ma appena giunti a casa si è lasciato andare e l’acqua è iniziata a cadere leggera, quanto basta per farci meravigliare e ringraziare.

E come non poteva essere che la mattina successiva proprio questo fosse il tema che ci avrebbe accompagnati, donandoci altre delizie, condividendo racconti che parlavano di stupore sull’esempio della statuina del presepe chiamata “incantato” .

Un giorno le statuine del presepio se la presero con il pastorello soprannominato “Incantato”, perché a differenza delle altre statuine, lui se ne stava lì, davanti alla grotta, con le mani vuote, senza alcun dono da portare a Gesù. «Non hai vergogna? Vieni a trovare Gesù e non porti niente?». 

Incantato non rispondeva: era totalmente assorto nel guardare il Bambino.

I rimproveri cominciarono a farsi più fitti. 

Allora Maria, la mamma di Gesù, prese le sue difese:

 «Incantato non viene mai a mani vuote. Guardate: porta la sua meraviglia, il suo stupore! L’amore di Dio, fatto bambino piccolissimo, lo incanta».

Quando tutti compresero, la mamma di Gesù concluse: «Il mondo sarà meraviglioso quando gli uomini, come Incantato, saranno capaci di stupirsi. 

Capite? Dio per amore nostro si è fatto come noi, per farci come Lui!».

Capite quanto sia bello sapere che almeno uno a Natale non si aspetta regali, e che questo è Dio?

A Lui basta che anche tu perda un po’ di tempo ad incantarti dinnanzi al tuo presepe, o semplicemente davanti ad un tramonto e ai suoi colori, o alle nuvole gioiose che si rincorrono, oppure a questa nebbiolina che trasforma ogni cosa in se …e poi semplicemente schiacci l’occhiolino al cielo e apri il volto al sorriso.

Qualche altra migliaia di cose abitano la mia mente, ma è sempre così, è bello che se ne stiano li, adagiate sul cuore, a far da memoria di cose buone, ad aumentare il granaio della vita da impastare ogni giorno.

Che questi giorni ti trovino meravigliato per ogni ben di Dio!

Commenti

  1. Bellissima ,la storia di Incantato,Lo stupore per le piccole meraviglie ,ci apre alla conversione…….,il viaggio verso il Bambino .Mi commuove e mi converte . Grazie Giorgio

  2. Sono Chiara .

  3. GRAZIE! E’ davvero bello lasciarsi raggiugere e avvolgere dalle meraviglie che solo Dio sa operare, ed è bello sapersi in cordata!

  4. Gabriella dice:

    E’ incantevole questa tua esperienza e la storia di Incantato. Personalmente rimango sempre estasiata di fronte a qualsiasi aspetto della natura e di questa nostra terra purtroppo spesso maltrattata. Ringrazio Dio che anche nei momenti piu’ bui della mia vita mi ha sempre dato di stupirmi di fronte a tanta bellezza sì da sentirmi consolata in ogni dolore.
    Grazie Signore per tanto Amore e grazie a te Giorgio.

  5. luciana poleggi dice:

    Grazie Giorgio di aver condiviso con noi questa tua bella esperienza mi hai fatto vedere le “luci” che si sono accese e Dio é luce! E poi ci hai ricordato la cosa bellissima del Natale, Gesù non si è fatto uomo per “morire” per noi, bensì per diffondere il messaggio di un Dio vicino e misericordioso.Soltanto poi con la sua vita ha dovuto fare i conti con il fatto di essere ucciso dalle classi dominanti. Buon Natale a te e a tutti! 😆

  6. grazie Giorgio

    le tue pagine sono poetiche RealMente.

    Forse ciò che ci segna SIN DA PRINCIPIO, separandoci dalla nostra origine, è proprio il dis-incanto nel quale siamo accolti, Tutte le premurose cure di cui siamo “fatti oggetto” separano la nostra essenza; quel dono d’amore che colma il cuore di coloro che ci hanno generati, riducendoci a bisogno, pura sopravvivenza.

    Una volta vi era uno stereotipo, ormai caduto in disuso: il baciamano sfiorato da labbra che sussurravano: “incantato” con l’immancabile inchino.

    Le fasi salienti nelle quali la vita si coniuga generando abbondanza (innamoramento e nascita) vengono ri-conosciute dal maschile dell’umanità come fossero UN INCANTO

    Al femminile l’arduo compito d’accogliere l’incanto dello spirito per perpetuarne IL CORPO…

    buon Natale a tutti
    Rosella

  7. come ti capisco “ROSELLA”

  8. rosella dice:

    grazie
    sorprende sempre e piacevolmente un riscontro “a distanza”
    ciao e buona giornata
    Rosella

  9. Please let me know if you’re looking for a article writer for your
    weblog. You have some really great posts and I think I would
    be a good asset. If you ever want to take some of
    the load off, I’d really like to write some material for your blog in exchange
    for a link back to mine. Please shoot me an e-mail if interested.
    Thanks!

Lascia un commento