Darsi Pace di nuovo

 

foto-darsi-pace-1

 

 

 

 

 

 

 

 

Da quasi vent’anni il lavoro che si apprende e che si svolge nei gruppi Darsi Pace aiuta donne e uomini del nostro tempo a comprendere meglio il momento storico travagliato e pieno di contraddizioni che ci troviamo a vivere, a conoscere di più se stessi, le proprie emozioni e reazioni, a trovare o ritrovare il senso dell’esistenza in una più profonda e consapevole relazione con gli altri.

Chi scrive ne fa esperienza da 9 anni e lo testimonia personalmente.

Il metodo Darsi Pace si sta diffondendo in tutta Italia, ma anche fuori d’Italia, nel mondo, e ogni anno gli iscritti aumentano.

Perciò:

INVITIAMO TUTTI A PARTECIPARE AL PRIMO INCONTRO DELLA PRIMA ANNUALITÀ 2016

DOMENICA 9 OTTOBRE  ALLE ORE 10

PRESSO L’AULA ZATTI DELL’UNIVERSITÀ SALESIANA DI ROMA

( Ingresso libero )

foto-darsi-pace-2

 

 

 

 

 

 

Buon cammino,

Filomena

 

 

Commenti

  1. L’ho segnato, quello che è stato il “mio” giorno. L’ho appuntato nelle mie note, e ogni tanto ci ripenso. Vado a leggermi il post, ripenso a quel momento, quelle impressioni. Dopo i mesi di attesa, passati a seguire i video di Marco, a “bagnarmi” in queste acque salutari, il primo giorno giungeva carico di promesse e dell’attrattiva di un buon cammino.

    http://blog.marcocastellani.me/2014/10/un-luogo-di-ricominciamento.html

    Posso dire onestamente che non avevo alcuna idea della ricchezza umana di incontri, dialoghi, suggerimenti, spunti anche culturali… che questa strada mi avrebbe aperto, dopo due anni abbondanti. Assolutamente non potevo averla: avevo certo aspettative, ma non potevo immaginare come questa fonte (Fonte?) avrebbe zampillato, per me.

    Alla fine è l’affezione concreta, sono dei luoghi, delle persone, degli incontri. In questo modo il metodo prende carne, carne viva e sangue vivo. E capacità di sorridere e sorridersi, di nuovo.

    Non si risolve tutto dall’oggi al domani, nessuno promette questo. Nessuno onesto, almeno.
    Ma vedere la strada, certe volte è già tanto. Certe volte è quasi tutto, per l’anima.

    Diceva Kafka, “esiste un punto di arrivo ma nessuna via” e a volte ci si sente così, anche se si coltiva una fede. Non per cattiveria, non per decisione – ma capita di sentire così. Ma ci sono le strade, la Fonte ce le mette davanti, instancabilmente. Questa può essere una.

    Il mio suggerimento è appena, venite a vedere.

  2. Ricomincia sempre di nuovo, suggerisce il libro di spiritualità Imitatio Christi: semper incipe!
    e così proviamo a fare anche noi. Ciao, e grazie. Marco Guzzi

  3. Mariapia dice:

    A coloro che non potranno seguire le lezioni a Roma e saranno telematici, non abbiate incertezze!: si segue benissimo , “ in differita”, a casa . Io ho fatto così e non mi sono sentita emarginata! , Mariapia

  4. Concordo con MariaPia…magari qualche piccolo inconveniente tecnico, ma risolvibile grazie al gruppo HELP.
    Buon inizio o ricominciamento a tutti quanti!
    mcarla

Lascia un commento