Archivi per agosto 2017

La soavità della contemplazione (imparando ad usare il martello)

Pubblichiamo un estratto dal nono incontro del secondo anno dei Gruppi Darsi Pace, che si è svolto a Roma il 18 marzo scorso, sotto la guida di Alessandro Ciarella e Barbara Suligoi, entrambi formatori dei Gruppi.

Alessandro, che è il responsabile regionale dei Gruppi Darsi Pace per il Lazio, lavora come artigiano nel suo laboratorio di tappezziere nel quartiere Trieste a Roma, insieme alla moglie Luciana, anche lei praticante dei Gruppi DP. Hanno due figli, Simone e Luca.

[Continua a leggere…]

Il sincronismo di una farfalla nera

Non so neppure il nome di questo straordinario prete salesiano, un giovanottone che è appena tornato dall’EQUADOR dove ha trascorso 27 anni in missione, tra i campesinos, in una parrocchia  a cinque ore di viaggio da Quito, la sua capitale. Lo trovo seduto tra le panche di una piccola chiesuola alpina, in jeans e maglietta. Lo riconosco come il prete che celebrerà la Messa solo quando si alza per accogliere i fedeli  che giungono distratti, alla spicciolata, per l’ora della messa vespertina,  di questa caldissima domenica d’estate.

[Continua a leggere…]

Un’occasione per insorgere e per DARSI PACE!

In questi tempi difficili da vivere e da decifrare, dove molte cose sembrano crollare inesorabilmente e il nuovo fatica a nascere, è importante non rassegnarsi e insorgere per denunciare ciò che non va: in noi e fuori di noi.

Al contempo è necessario lavorare insieme alla costruzione di un luogo, spirituale e di pensiero innanzitutto, in cui poter condividere le proprie difficoltà e il proprio anelito. [Continua a leggere…]

Guarire nella salvezza

Se ascolto più in profondità lasciando da parte i risentimenti e le maledizioni del (mio) mondo, se dimentico le immagini malefiche che mi attraversano, riscopro una sfera più tranquilla nella quale abitare: riscopro la vita. La vita è un guizzo, una saetta che giunge improvvisa, e ci interpella. È in prima persona che avviene il viaggio. Questo è il dono: la vita donata. [Continua a leggere…]

Credere libera dal voler credere

Sin da quando siamo piccoli, siamo stati iniziati all’esperienza del credere. Se ci comportavamo bene, sapevamo che i nostri genitori ci avrebbero dato un dolce a fine pasto. Se io, durante l’anno, andavo bene a scuola e mettevo più spesso in ordine la mia stanza, ero certa del fatto che il giorno del 25 dicembre un uomo paffuto e vestito di rosso mi avrebbe riempita di doni meritati. [Continua a leggere…]