Attraversamenti: un gruppo su Psicologia e Spiritualità Iniziatica come crocevia del nascente

Più di un anno fa inauguravamo l’inizio delle attività del Gruppo di Psicologia e Spiritualità Iniziatica. Per la precisione intorno ai primi di dicembre, per cui decidemmo che l’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione di Maria sarebbe stata una data di compleanno per noi, come a suggello della protezione da chiedere a Maria per l’Opera che ci avviavamo ad iniziare:  dire qualcosa di nuovo al mondo in un settore della vita contemporanea che lavora nelle forme dell’aiuto psicoterapeutico, o in quei settori in cui si utilizza la relazione d’aiuto psicologico.

La novità antropologico-culturale promossa dal Movimento Darsi Pace, fondato da Marco Guzzi,  consiste nell’integrare tre livelli conoscitivi e formativi ordinariamente separati tra loro: un elemento culturale che offra chiavi interpretative forti del tempo presente, un elemento psicologico che aiuti a conoscere meglio noi stessi, e un elemento spirituale che aiuti a fare esperienza, qui e ora, di stati di integrità e pace. L’integrazione di pratiche psicologiche e pratiche spirituali iniziatiche, all’interno di un’interpretazione storica rinnovata del XX secolo come secolo terminale e iniziale, evita la deriva intellettualistica, psicologistica e spiritualistica, in cui precipita inevitabilmente ogni ricerca che proceda separata dalle altre.

La ricerca del Gruppo di Psicologia e Spiritualità Iniziatica si colloca quindi nei crocevia, nelle zone intermedie, oltre i confini stabiliti una volta per tutte tra i saperi e le discipline. Noi vogliamo lavorare proprio là dove è possibile far trasparire ed evidenziare che la crescita o lo spirito dell’umano non emerge mai in settori separati, né mai è confinabile in ambiti ristretti e controllati da questo o da altro metodo, pur quando si tratta di saperi specialistici come la medicina, la tecnologia, la psicologia o la religione,  come una certa cultura positivistica-materialistica vuole affermare sempre di più, e ormai da oltre 2 secoli anche nelle scienze umane.

Vogliamo, con il nostro gruppo di studio e ricerca, contribuire ad una nuova cultura che contesti radicalmente tutte le forme di riduzionismo-scientistico, di stampo cartesiano diremmo, ormai in stato terminale, e sappia al contempo riproporre in modo inedito l’anelito alla libertà e alla conoscenza che ha animato tutta la civiltà cristiano-occidentale in tutti i campi che riguardano l’uomo e il suo rapporto con il creato.

Pensiamo di fare questo attraverso un Annuncio di novità, una denuncia della situazione drammatica e terminale della cultura dominante,  un Annuncio di Nascita, di Nuovo Inizio possibile, rigettando le visioni e le prospettive di comprensione del funzionamento psichico dell’uomo che non tiene conto dell’ineffabile natura che lo determina, della sua complessità, ma anche del non poter ridurre il tutto a misurazioni, ad etichettamenti ideologici, a schematizzazioni sclerotiche,  a volte molto fantasiose, così come si osserva spesso  passando in rassegna le teorie e gli approcci di alcune scuole di psicoanalisi o di psicoterapia, o quando si riduce il funzionamento della mente umana a spiegazioni essenzialmente riconducibili a indagini di neuroimaging o schematismi neuroscientifici.

Sentiamo l’esigenza di ritornare un po’ alle fonti di quando la psicologia ha sposato e spostato il suo interesse verso il metodo scientifico, per sottrarre a questo metodo tutte quelle interpretazioni che possano aver distorto un modo di osservare, di fare ricerca verso una verità o essenza più genuina, essenziale dell’umano,  fatta di semplice, ma non ingenua, osservazione dei fenomeni così come si realizzano nel campo vitale della persona in interazione con se stesso ed i suoi simili, e come si possono conoscere senza presupposti ideologici.

Per questo motivo ci dedichiamo come base del nostro lavoro alla pratica meditativa, che interpretiamo come luogo di esperienza in cui, in modo più purificato da ideologie o pensieri  che disturbano, ci mettiamo in ascolto degli stati di coscienza appunto liberati, più benefici, e che si trasformano incondizionatamente rispetto alle scelte libere che ciascuno può fare quando si rende disponibile a far emergere tutto lo spirito che pervade in ogni spazio esistenziale ascoltato, addirittura diremmo psicocorporeo.

Vorremmo impegnarci con nuovo slancio nel costruire i presupposti di una cultura della trasformazione in atto, sia dell’umano che si confronta con tutto ciò che accade nel mondo, sia dell’uomo alle prese con un’epoca nuova che si annuncia fiorente proprio perché chiede di abbandonare le molte illusioni di una epoca deteriorata e mortale, quella dell’ultimo secolo trascorso,  verso la possibilità di rifondare metodi e percorsi che per noi hanno il fine di aiutare le persone a emergere, a transitare da stati psicologici di sopraffazione a stati più liberi, da uno stato complicato ad uno più creativo, da uno sofferente ad uno più pacificato. E’ per questo che abbiamo scelto il nome AttraversaMenti per definire il nostro gruppo e la rispettiva pagina facebook che abbiamo aperto.

Passeremo in rassegna una serie di teorie e metodi dell’aiuto psicoterapeutico contemporanei, o almeno di quelli da un lato classici come delle tradizioni psicoanalitiche, fino agli approcci di questi ultimi anni che guardano anche alle innovazioni apportate dalle neuroscienze.

Il fine è comprendere quali di queste teorie sono coerenti con i rispettivi metodi già utilizzati nei gruppi del percorso triennale di autoconoscimento di DP, con i quali dialogare, quali se ne distaccano profondamente, quali di queste teorie, che si traducono in tecniche, sembrano risolutrici di disagi più sottili e angoscianti della persona, e se c’è un rapporto tra questi cammini psicoterapeutici e i processi di iniziazione verso forme di esperienze spirituali, pur quando non lo dichiarano apertamente o lo diamo come implicito.

Faremo questo attraverso lo studio di alcune teorie, autori, con la pubblicazione di testi o saggi critici, la pubblicazione sulla pagina facebook di post in cui si rimanda ad esse, interviste mirate a personaggi rappresentativi delle correnti di pensiero più rappresentative, tavole rotonde, ecc.

Per ora pubblichiamo un breve video come Annuncio della nostra attività, a cui seguirà a breve un secondo sul significato del termine AttraversaMenti. Più in là sono previsti altri video sul significato delle parole Spiritualità ed Iniziazione. Crediamo che vadano spiegate a tutti sia le parole che i concetti fondamentali che riguardano la cura dell’anima, così da ripensare o rifondare metodi e tecniche psicoterapeutiche più essenziali e alla portata di tutti.

 

 

 

 

 

Commenti

  1. Grazia gavioli dice:

    Ottima iniziativa, in questo settore, così pieno di correnti contrapposte e variegate, è proprio desiderabile uno sguardo di sintesi che dia la possibilità di arricchirsi con i contributi che ci assomigliano, ma anche chiarirsi le idee riguardo le diverse scuole di pensiero e di metodo. Vi seguirò da vicino. Grazia Gavioli

  2. Mariapia Porta dice:

    Bel programma, impegnativo, ma chiaro! Vi seguirò anch’io con molto interesse, auguri! Mariapia

  3. Maria Carla dice:

    Sono molto contenta di leggere
    che, a breve, verrà pubblicato un video sul significato del termine ATTRAVERSAMENTI, parola secondo me ricchissima di suggestioni e immagini che, solo nel pronunciarla, evoca spostamento, movimento…ma non in assenza di materia, anzi, proprio in sua presenza (quindi con tutta la problematicità che un incontro/scontro di questa portata può avere).
    ‘Attraversare’ l’umano nella sua complessità (per quello che è stato e che è ) penso davvero sia fondamentale in vista di una realtà che “e’ già ma non ancora”…
    Come scrive Grazia “vi seguirò da vicino”…auguri a tutti noi !
    mcarla

  4. Carissimi auguri per questa iniziativa che mi pare porti un po’ d’aria fresca nel campo delle psicoterapie che qualche volta, forse, hanno ampliato maggiormente il labirinto mentale anziché liberare la mente. E invece credo che la psicologia possa davvero aiutare molto il faticoso cammino verso una nuova umanità, perciò ben venga il vostro bell’impegno perché c’è bisogno di un’attività come la vostra.
    Loredana

  5. Michele Grieco dice:

    Grazie per questo entusiasmo che state manifestando… rimaniamo per un po’ in attesa di raccogliere altri pareri.
    A presto

  6. BENIGNO dice:

    No posso che bene-dire questa nuova iniziativa. Ritengo infatti che ci sia in giro grande necessità di orientamento, chiarezza e competenza in questo ambito che è davvero un delicato crocevia in cui si incontrano/scontrano discipline con solide basi scientifiche, come le neuroscienze, con altre più ‘aeree’ ma non meno importanti e vitali, come la filosofia, la religione, la sociologia ecc. … C.G.Jung docet. Quindi coraggio e Auguri!

    Colgo l’occasione per ringraziare molto sentitamente tutti gli ottimi collaboratori della galassia D.P. (ormai si può dire così no?). Davvero complimenti per l’ottimo livello e per la ‘civiltà’ delle vostre (ora posso dire – nostre -) conversazioni.
    Benigno

  7. Seguirò con grande interesse la vostra iniziativa in un campo così delicato e anche sovrappopolato, dove è facile confondersi quando non perdersi.
    Vorrei anche complimentarmi con chi scrive sul sito. Ho trovato riflessioni di grande respiro, alte, profonde, arricchenti, che aiutano proprio a riflettere.
    Un grazie di cuore a tutti. Auguroni al gruppo AttraversaMenti!

    Adriana

  8. Mi associo ai commenti così ben espressi.
    Mimma

  9. Anonimo dice:

    Bravissimi! per la profondità e l’umiltà del vostro lavoro che mi riappacifica con gli interventi di aiuto psicologico, fin qui tendenzialmente effettuati, per quanto a me noto, con distacco emotivo e con superiorità.
    Il “potere” di alcuni “ruoli” sembrava indiscutibile, e l’idea che avanzano approcci professionali di aiuto, tesi al reale e totale ben-essere della persona, che partono con e da essa, mi riempiono di gioia e di fiducia. Buon lavoro e a presto! Maria Rosaria

  10. Anonimo dice:

    P.S. ” mi riempie”, volevo dire!

  11. Giuseppina Nieddu dice:

    Gioisco profondamente per questo primo compleanno del Gruppo che con questo Annuncio di Nascita inaugura una novità di impostazione integrata dei tre livelli mente-corpo -Spirito, in linea con il metodo del Movimento Darsi Pace.
    Sono certa e mi auguro che questa impostazione del Gruppo potrà essere di grande aiuto a quanti hanno avuto o continuano ad avere bisogno di un aiuto psicologico, spesso ignorato. Spero sarà di aiuto anche a tanti operatori del settore che spesso sono loro stessi “inconsapevolmente disintegrati”.
    Sono certa che la iniziale protezione chiesta a Maria per l’Opera (da continuare a chiedere sempre) ha già messo in viaggio i Magi di questo Gruppo, capaci di camminare con i piedi per terra e gli occhi al cielo.
    Grazie davvero per questo dono-avvio che anch’io seguirò da vicino.
    Buon lavoro e Buon Viaggio.
    Giuseppina

  12. Michele Grieco dice:

    Grazie a tutti, amiche ed amici. La vostra attenzione su questa area dell’aiuto all’ umano che vuole nascere in noi e nel mondo è commovente.
    Mi arriva un tale senso di responsabilità nel dover continuare l’opera che oggi stesso condividerò con gli altri del Gruppo tali bisogni da voi espressi e anche quelli impliciti o non espressi. La finalità di AttraversaMenti vuole essere proprio quella di soffermarsi a chiarire(?!) come si favorisce un cambiamento, quali sono i fattori, le condizioni che lo avviano, o lo sostengono nel tempo.
    A breve il video sul significato del termine.
    👋🏽

  13. Anna Maria dice:

    Seguirò con interesse.

  14. Carmela De Santo dice:

    Mi commuove sempre il parallelismo gia’ affermato da E. Kant tra il cielo stellato e la coscienza umana, il cielo interiore, e poi ribadito da Jung, come riferisce Marco Castellani nel suo post “Come in cielo così in terra”: “La nostra psiche è costituita in armonia con struttura dell’ universo , eciò che accade nel microcosmo accade ugualmente negli infinitesimi e più soggettivi recessi dell’ anima …Nel tuo petto sono le stelle del tuo destino”. E Marco continua con la sua testimonianza di astrofisico :L’ uomo integro, invece, è quello che coniuga il Cielo dentro di sè con il Cielo sopra di sè”, in una modalita’naturale e non forzata . La topologia del Cosmo è strana, infatti , ha una geometria peculiare: si intrccia profondamente con quella dell’ uomo. Sono proprio impastate insieme . E’ una cosa che stiamo imparando a esplorare solo in questi anni. Qui possiamo appena azzardare un’ immagine : rientrando in se stessi non si giunge in un vicolo cieco, ma si puo’ sbucare nell’ universo intero, nello spazio sconfinato”.Queste parole mi hanno toccata profondamente perche’ hanno dato espressione allo stupore, alla gioia, all’ incanto di me bambina , quando, di notte, mi soffermavo a lungo sul terrazzo di casa a contemplare il cielo stellato e sentivo quelle stelle e il loro luccichio dentro di me, insieme al silenzio della notte e dell’ Universo …Forse il pensiero bambino intuisce la Realta’…Dovremmo riscoprirlo ! E ora che
    sono adulta vedo come la Mistica e la Scienza si incontrano, si corrispondono , si abbracciano… il Dio Veniente, il Dio della Storia che viene e si manifesta mano a mano che i suoi figli crescono…

  15. Carmela De Santo dice:

    Errata Corrige
    Chiedo scusa per la distrazione: ho saltato gli ultimi righi .
    La nascita di questo gruppo di Psicologia che si apre alla Spiritualita’ Iniziatica mi entusiasma: è un segno dei tempi ,un segno del Dio che viene…Aprira’ nuove vie alla ricerca psicologica e alla cura dell’ anima dell’ uomo integrale e della sua ricerca di senso.

Trackbacks

  1. […] parrà troppo semplicistico, difatti, sostenere che la moderna psicologia – nella sua parte più aperta al “sacro” – riprenda e valorizzi un sapere millenario, facendone rifulgere degli specifici accenti, […]

Lascia un commento