Imparare ad amare. Le indicazioni terapeutiche di “Amoris laetitia” di Papa Francesco (2) – Marco Guzzi

Dopo la prima conferenza, Amore, matrimonio e fede, pubblichiamo il video della seconda conferenza tenuta da Marco Guzzi nell’agosto del 2017, in occasione di un seminario intensivo sul tema dell’amore e del matrimonio a partire dall’Amoris laetitia, l’Esortazione Apostolica post-sinodale di Papa Francesco del 19 marzo 2016.

Il seminario si è svolto a Grottaferrata con la fraternità laica delle Francescane Missionarie di Maria.

Tra una settimana seguirà la pubblicazione della terza conferenza.

Buona visione!

Come in cielo così in terra

Correva l’anno 1942, un momento della storia non esattamente scevro di preoccupazioni a livello mondiale. Proprio durante l’occupazione tedesca dell’Olanda, Etty Hillesum, una giovane donna di origine ebraica (che sarebbe poi morta l’anno seguente, nel campo di Auschwitz), appuntava sul suo diario questa frase significativa:

Trovo bella la vita, e mi sento libera. I cieli si stendono dentro di me come sopra di me. Credo in Dio e negli uomini e oso dirlo senza falso pudore. [Continua a leggere…]

Amore, matrimonio e fede (1). A confronto con l’Amoris laetitia di Papa Francesco – Marco Guzzi

Pubblichiamo il video della prima conferenza tenuta da Marco Guzzi nell’agosto del 2017, in occasione di un seminario intensivo sul tema dell’amore e del matrimonio a partire dall’Amoris laetitia, l’Esortazione Apostolica post-sinodale di Papa Francesco del 19 marzo 2016.
Il seminario si è svolto a Grottaferrata con la fraternità laica delle Francescane Missionarie di Maria.
Nelle prossime settimane seguirà la pubblicazione delle altre due conferenze.
Buona visione!

Attraversamenti: un gruppo su Psicologia e Spiritualità Iniziatica come crocevia del nascente

Più di un anno fa inauguravamo l’inizio delle attività del Gruppo di Psicologia e Spiritualità Iniziatica. Per la precisione intorno ai primi di dicembre, per cui decidemmo che l’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione di Maria sarebbe stata una data di compleanno per noi, come a suggello della protezione da chiedere a Maria per l’Opera che ci avviavamo ad iniziare:  dire qualcosa di nuovo al mondo in un settore della vita contemporanea che lavora nelle forme dell’aiuto psicoterapeutico, o in quei settori in cui si utilizza la relazione d’aiuto psicologico. [Continua a leggere…]

SCIRARINDI: SVEGLIATI!
Essere Nuova Umanità: crisi antropologica e rigenerazione planetaria

“La situazione planetaria ci indica che siamo arrivati ad un punto estremo, in cui l’umanità è chiamata a scegliere tra l’autodistruzione e un profondo rinnovamento.
Questo è dunque un tempo davvero propizio. Ma propizio solo per ricominciare.
Dobbiamo in un certo senso imparare di nuovo ad essere umani. E in tal senso dobbiamo Ri-Educarci.
Quali sono le vie di questa difficile rieducazione? Che è in sostanza una vera e propria rivoluzione culturale?
[Continua a leggere…]

Prodigi e Magie

“Se la nostra religione si basa sulla salvezza, le nostre principali emozioni saranno timore e tremore. Se la nostra religione si basa sulla meraviglia, la nostra emozione principale sarà la gratitudine” (Jung)

Questa mattina mi sono risvegliata cercando qualcosa nel risveglio, ho cercato di capire che cosa fosse, guardando dentro di me, e ho visto che si trattava di qualcosa che non sapevo, che la mia anima aveva semplicemente bisogno dell’inaspettato, del misterioso, del meraviglioso. [Continua a leggere…]

Sogno di Natale

In tutta questa frenesia di addobbi e regali, di riti e sacre e profane rappresentazioni, dov’è il festeggiato? il Nascente? E cosa ci si augura in questo scambio convulso di auguri? Nel natale pagano di mercatini, sconti, promozioni e offerte, di compulsivi consumi, gli auguri di Natale andrebbero dosati, fatti con cautela, perché spengono di colpo il clima di tanta spensierata allegria che cela in sé tanto dolore.  Buon Natale è l’augurio a realizzare il salto mortale: morire ad uno stato nella fiducia di una nascita ad una pienezza di Vita, fonte di autentica gioia.

“Cerco un’anima, in cui rivivere”, fa dire Pirandello a Gesù in questo racconto Sogno di Natale. “Tu vedi ch’io son morto per questo mondo, che pure ha il coraggio di festeggiare ancora la notte della mia nascita”. [Continua a leggere…]

Rinascere dalla pioggia. Quando la fine diviene un inizio

Appena passato l’autunno, anche detto periodo delle piogge, siamo giunti alle fredde e soleggiate giornate d’inverno.

L’anno volge al termine e si tirano le somme delle esperienze vissute che entrano a far parte della nostra vita come esperienza diretta dell’esistenza.
Le foglie tra le tonalità del giallo e del rosso lasciano spazio ai rami, scoperti e pronti ad affrontare il freddo.
Questo periodo, così vicino al giorno della nascita del Cristo, porta con sé una piccola luce di speranza, alimentata da un debole fuoco protetto da una capanna. [Continua a leggere…]

Un bellissimo dono

Tutto è cominciato il 25 maggio 2017, quando Francesca mi ha mostrato Simone che riusciva a fare dei piccoli giochi  di abilità seduto al tavolo della stanza delle attività.

Tutto è cominciato il 23 ottobre 2017, quando Mara mi ha inviato alcune sue riflessioni.

Nel suo scritto c’erano varie considerazioni su come sarebbe la vita se le persone fossero più integre. [Continua a leggere…]

4° APPELLO AI GIOVANI DEL XXI SECOLO: Non fatevi distrarre!

Pubblichiamo il quarto appello rivolto ai giovani da Marco Guzzi nel 2017.

Dopo il primo appello lanciato agli universitari romani (“Siate protagonisti nella storia!”), il secondo agli studenti di Pontremoli (“Torniamo al cuore!”), e il terzo ai liceali dell’Istituto Ernesto Balducci di Pontassieve (“Oltre il tramonto, l’Aurora di una Nuova Umanità!”), questo invito a svegliarsi, a non accontentarsi e a pretendere la gioia è risuonato nell’incontro con gli studenti del Liceo Nolfi-Apolloni di Fano il 21 ottobre scorso.

Buona visione!