La mia emozione preferita

Screenshot 2015-12-05 11.14.48

Da bambini ci facciamo domande come “qual è il tuo colore preferito?” o “qual è la tua squadra del cuore?”.

Se invece qualcuno mi chiedesse “qual è la tua emozione preferita?” cosa risponderei? La paura, credo.

Fedele compagna di viaggio, non mi ha più lasciata da quando ci incontrammo per la prima volta. Non so esattamente quando accadde, penso però molto presto.

[Continua a leggere…]

Vattene, invidia!

images

Non si parla volentieri di gelosia e invidia. Ma qui si affrontano anche queste realtà interiori negative, per liberarcene.

L’invidia è sentirsi privi di qualcosa che l’altro ha , e perciò nasce da un  confronto  che crea  ostilità e tormento, la gelosia è la paura, l’angoscia che l’altro ci porti via qualcosa di buono che abbiamo e nasce dall’insicurezza.  Socialmente è più accettabile la gelosia che l’invidia. perché si pensa che la prima sia nutrita da un sentimento di amore, anzi talvolta è superficialmente considerata una prova di amore.

[Continua a leggere…]

Le nostre voci

voci

 

 

 

 

 

Dopo aver seguito per 5 anni il percorso dei gruppi Darsi Pace, mentre ho iniziato a seguire  il secondo biennio di approfondimento e mentre sto da tempo collaborando al lavoro di redazione, ho preso la decisione di partecipare anche al gruppo formatori.

[Continua a leggere…]

La speranza del Regno

A pagina 31 del libro di Marco Guzzi ” Dodici parole per ricominciare “, ed.’Ancora – 2011, si legge, a proposito della speranza, che “ Ognuno di noi spera nella misura in cui è in grado di desiderare “. Infatti “ quidquid recipitur, ad modum recipientis recipitur ” : ” ciò che viene ricevuto, lo è sempre nei limiti e nella forma del recipiente, di colui che lo riceve ” (ivi, pag 23).

[Continua a leggere…]

SEGNI DEL NOSTRO TEMPO

Secondo gli ultimi dati statistici il 50% della popolazione mondiale dichiara di aver avuto, nell’ultimo anno, almeno un’esperienza di insonnia; nel nostro Paese la percentuale sale al 64%.

[Continua a leggere…]

Umanità in coma? Le cifre del risveglio

L’umanità sembra immersa in uno stato di coma profondo, affetta da gravissima miopia, nei suoi maldestri tentativi di frenare l’onda anomala dello tsunami umano senza interrogarsi sul senso.

Eppure basterebbe un’attenta lettura dei dati statistici per svegliarsi dal sonno, uscire da una visione miope legata alla cronaca ed acquisire la visione ampia della storia.

I dati statistici sulla situazione della popolazione mondiale oggi e le proiezioni per i prossimi decenni sono rivelativi: è possibile leggervi i segni dei tempi e il compito evolutivo chiesto all’umanità.

[Continua a leggere…]

Amare alla fine di un mondo

link al video
per scaricare <click destro -- salva destinazione con nome>

Pubblichiamo nella sezione audiovisioni la conferenza di apertura dei corsi Darsi Pace (durata 50 minuti), che Marco ha tenuto, come ogni anno, nel Complesso storico dei Padri Domenicani a Piazza della Minerva a Roma, il 10 ottobre 2009.
[Continua a leggere…]