Un’alba nuova sorge all’orizzonte

alba

Se sei pienamente soddisfatto della tua vita…….questo post non è per te !

Se senti l’esigenza di capire meglio ciò che sta accadendo in te e attorno a te . . . . . . . .                                          

                                  BENVENUTO !       Ho una notizia da darti:

mancano solo 12 GIORNI AL NUOVO INIZIO del primo anno di DARSI PACE.

                                    

E’ fissato alle ore 17,30 di sabato 10/10/2015 nell’aula Zatti dell’Ateneo Salesiano in Roma il nuovo inizio del 1° anno di Darsi Pace ( DP ) ed è una bella opportunità aperta a tutti per fare una reale e completa esperienza di cosa concretamente avviene nei nostri incontri.

Per molti anni abbiamo iniziato presentando il metodo di lavoro in altro luogo ( una sala del complesso della Minerva ) a chi era interessato , con una conferenza che ne spiegava i presupposti e il metodo, seguita da testimonianze di persone che ne descrivevano gli effetti concreti ma con il tempo è maturata l’esigenza di permettere a tutti di fare una ( seppur piccola ) esperienza di partecipazione reale.

Sentirsi dentro una esperienza così coinvolgente come è DP ci è sembrato alla fine il modo più efficace per far valutare la proposta nel migliore dei modi agli ospiti .

L’inizio del 1° anno apre il nuovo corso 2015/16 e subito dopo ripartiranno il 2° anno, il 3°, l’approfondimento 1, il 2 e il  gruppo formatori.

Questi 6 gruppi di lavoro, composti da persone che hanno preso una concreta decisione, sono il corpo di DP che è al suo 17° anno di vita e che in questi anni si è strutturato ed organizzato per poter meglio rispondere alla richiesta di “ SENSO “ che da sempre aleggia tra noi.

Il lavoro che svolgiamo è di ricerca, di studio, di osservazione, di ascolto e di condivisione; impegnativo e serio, ben strutturato e collaudato ma la partenza è sempre e solo dipendente da una scelta personale seria, profonda, reale e dalla provocazione di una domanda che riecheggia continuamente : come sto vivendo questo tempo che la vita mi concede ?

DP non da risposte ma piste di ricerca seria, profonde, ancorate sull’esperienza millenaria di una umanità giunta ad un tempo di grande prova che in questa crisi antropologica può trovare  l’opportunità per una crescita di consapevolezza e responsabilità ormai impellente.

Assieme rifletteremo su come siamo giunti a questa soglia, come questo ci interpella personalmente, conosceremo meglio il nostro mondo interiore e impareremo a lavorarci per iniziare un possibile cambiamento che il mondo attende da sempre.

Programma ambizioso ma possibile, tutto dipende da quanto realmente lo desidero !

Nella massima umiltà e consapevolezza di essere solo una piccola proposta di crescita umana ma anche certi di di poterti offrire  un metodo efficace e validi strumenti di lavoro concreto ti invitiamo al nostro primo appuntamento.

Se non ti è possibile esserci fisicamente sappi che tutto il nostro lavoro è anche telematico e quindi disponibile a chiunque lo desidera nel mondo, basta chiedere ma sopratutto desiderarlo vera-mente.

Quindi questo primo incontro verrà registrato e poi reso pubblico sul sito, sarà una ulteriore opportunità di aggregazione per i nuovi ricercatori.

TI ASPETTIAMO IL 10/10  ALLE  17,15  NELL’AULA  ZATTI  DELL’ATENEO SALESIANO

Commenti

  1. Anche per chi pensa di essere tanto soddisfatto della vita in fondo c’è sempre qualcosa che vorrebbe cambiare, qualcosa che si vorrebbe raggiungere, e quindi come me decide di andare alla ricerca di una cosa che ancora deve scoprire. Io ho avuto l’opportunità di conoscere Marco e Paola quest’anno in Sicilia per un convegno congregazionale. In tale circostanza sono venuta a conoscenza anche dell’esistenza dei gruppi Darsi Pace. Dal primo momento sono rimasta subito ammirata e attratta da questo desiderio di poter far parte, ma allo stesso tempo pensavo ma perché devo fare questo percorso se io sono in pace con me stessa e in pace con tutti? La motivazione che mi ha spinto di più a iscrivermi quest’anno alla prima annualità è quella sul piano spirituale oltre che psicologico e culturale. Ho bisogno semplicemente di allenare la mente alla concentrazione per gustare e vivere pienamente il presente qui ed ora. E credo che questo metodo proprio perché è pratico e impegnativo mi potrà aiutare e introdurmi alla vera preghiera. Più delle volte non basta pregare tanto per pregare bene… Poi ognuno credo che approfondisce e prende da questa esperienza ciò che più gli serve. Scelgo di fare questo cammino perché sono convinta che per certi valori e certe cose della vita vale la pena spendere il tempo e meritano avere la priorità su altre cose. Mi viene in mente un passo dal vangelo di Matteo: un uomo ha trovato un tesoro in un campo, lo ha nascosto ed è andato a comprare quel campo. Quando si intuisce che c’è qualcosa di più grande e con più valore si va alla ricerca ed è stupendo, ma è ancora più bello trovare il tesoro nascosto, si prova una gioia immensa che a parole non si può descrivere. Sono davvero contenta di iniziare questa nuova avventura con voi. E per questo ringrazio il Signore e la mia Madre Generale che aperta alla creatività dello Spirito mi ha dato il permesso di iscrivermi ai gruppi Darsi Pace. Suor Teresa ( suore Don Morinello).

  2. Alessandro dice:

    Benvenuta Suor Teresa, il nome è già tutto un programma . . . . .
    Hai proprio ragione ognuno di noi prende ciò che più gli serve e una cosa te la posso assicurare, la scelta è molto ampia !
    Che bello averti con noi, spero di incontrarti presto così potremo conoscerci meglio.
    A presto Ale

  3. grazia lombardi dice:

    Finalmente sono riuscita ad entrare nel sito, seconda annualità…. che gioia… mi sento promossa.
    Ci sono poche scelte che ho fatto nellavita, e in cui credo fermamente. Una di queste è il percorso per ‘darmi pace’. Sinceramente non sono una brava divulgatrice, ma ho seminato là dove ho potuto… anche in Francia, lasciando ovunque volantini e bigliettini da visita… ma soprattutto conto sulla mia trasformazione interiore (che sarà un po’ più lenta, ma più incisiva, ne sono sicura).
    Buon anno a tutti e buona ri-nascita ai miei compagni di avventura e di cammino.

Lascia un commento