Insieme per “L’ultima lezione”

(Post ideato da Fabio Fedrigo – Paola Trovatelli – Giuliana Martina)

Il video che presentiamo è frutto di un comune lavoro che ci ha offerto l’opportunità di trascorrere tre giornate in compagnia e di approfondire la reciproca conoscenza dentro l’avventura trasformativa che stiamo vivendo.

Ci viene naturale condividerlo nel blog, spazio nel quale stiamo imparando a diventare esseri umani un po’ più relazionali.

In fondo, “L’ultima lezione” (M. Guzzi, Il cuore a nudo, pag. 23-Edizione Paoline 2012) vuole dirci proprio questo: non c’è più futuro per l’essere umano e per la storia del pianeta se non decidiamo di cambiare, se non crediamo alla possibilità di toglierci di dosso l’uomo vecchio e di aprirci al Nascente che pulsa dentro di noi e nella storia per venire al mondo.

Le lezioni che si possono imparare in una vita sono infinite.

E alla fine di ogni percorso è possibile custodire parole e insegnamenti per avanzare e continuare ancora.

L’immagine di un tramonto, la musica che sfuma e il titolo della poesia all’inizio del video vogliono far percepire da subito che oltre a questa lezione non ce ne saranno altre, ciò che essa ci insegna non finirà mai.

Tutte le ricerche di Dio, di creatività, di perfezionamento, se si manifestano come indicato nei versi di Marco catturano, attraggono ed affascinano chi desidera comprendere, capire e affidarsi.

Questo testo, posto e custodito nella propria interiorità, diventa davvero “l’ultima lezione”, l’ultima cioè di tutte le lezioni che si possano trovare all’orizzonte più estremo di tutti i nostri mondi.

Nel laboratorio Darsi Pace lo sperimentiamo; imparando a correggere le nostre distorsioni, a spegnere i pensieri male-detti, a danzare sull’orlo dell’abisso, sulle punte del fuoco, a vivere sulle cime delle nostre sconfitte, comprendiamo che il nostro vero Io è una infinita possibilità.

Io non sono ancora il Cristo,

io non sono ancora e mai un uomo.

Io sono questa infinita possibilità   ( D.M. Turoldo )

Nell’Uomo-Dio totalmente in noi cristificato, anche la morte viene per sempre sconfitta:

“La morte è stata ingoiata per la vittoria” (1Corinzi 15,54)

E la musica può riprendere con un continuo e sempre più rinnovato inizio perché:

“L’amore non verrà mai meno” (1 Corinzi 13,4-8a)

http://www.marcoguzzi.it/index.php3?cat=nuove_visioni/visualizza.php&giorno=2006-04-02

 

Comments

  1. Giuliana says:

    Il video e il testo del post sono stati realizzati insieme a Fabio Fedrigo e sua moglie Paola Trovarelli.
    Spero si possa sentire anche la musica.
    Buon ascolto.
    Giuliana

  2. Che bello, liberante, incoraggiante iniziare la settimana e la giornata con l’ascolto e la visione di questo video! Essenziale coinvolgente con il suo giusto ritmo. Grazie a tutti gli amici che lo hanno realizzato! Mariapia

  3. lascia fare a Me
    lascia fare a Me
    ti ho detto

    tu sorridi
    ed abbandonati
    a Me

    MAGNIFICO, MAGNIFICO VIDEO !!!
    grazie grazie e grazie a voi
    all’autore delle Parole, al fine dicitore-interprete incarnante, all’autrice creatrice delle immagini

    buona settimana,
    Filomena

  4. Complimenti ai nascenti mistici-tecnici! Video stupendo! Purtroppo manca la musica: non si è potuta inserire perché coperta da copyright.
    Gli autori del post sono Fabio Fedrigo, Paola Trovatelli e Giuliana Martina; è stato pubblicato solo il nome di Giuliana perché, mi ha spiegato Matteo che cura la pubblicazione dei post, è possibile inserire solo un autore.

    Grazie di questo splendido regalo che mi aiuta a intonare la giornata correggendo le stonature di pensieri male-detti.
    Grazie di cuore. Un grande abbraccio. Giovanna

  5. giuseppina says:

    Che Meraviglia questo video a più mani e a più voci dove anche senza la musica di sottofondo tutto suona e risuona !!!!
    E’ annuncio che L’Ultima Lezione è una Rivelazione infinita della promessa-certezza cristica per ogni uomo in fedele ascolto.
    Insieme a voi, decidere di lasciarsi fare da Chi ci conosce e di abbandonarci per proseguire il Grande Viaggio è già un’anticipo-caparra di Resurrezione.
    GRAZIE, di cuore. Giuseppina

  6. Gabriella says:

    Grazie grazie ……provo un brivido ogni volta che la ascolto detta da te Fabio!
    Un abbraccio da me e Marco F. (mio marito)

  7. Antonietta says:

    Carissimo Fabio, la tua voce lascia sempre il segno.
    Fa volare in alto le parole di questa poesia, e ci consegna in mano quest’ultima difficile lezione, insieme ad un pezzo della tua “anima”.
    Grazie…… anche a Giuliana e Paola per la bella cornice di immagini.
    Antonietta

  8. Ci casco dentro in un momento “basso” di pensieri cupi e stretti, di costrizioni ed implacabili (auto)punizioni… ed è veramente un respiro diverso, un respiro necessario. Letta così stupenda-mente la poesia diventa ancora più dolcemente perentoria.

    Mi sono commosso, per una Bellezza che, l’ho visto, mi sta aspettando… Per un Dio che non ha niente a che spartire con il mio dio malato ed astioso che mi porto dentro la testa, propagato negli anni per l’antica ferita. Un Dio molto più libero e giocoso. Infinitamente più, misericordioso.

    Grazie.

  9. Silvia Rambaldi says:

    Veramente bello, intenso, commovente.
    Grazie!
    Silvia

  10. grazie, amici , per questa condivisione.Questa lezione é davvero la più importante e che benedizione poterla apprendere! Vedo il mio rifiutare, il mio contrappormi e l’accanimento nel voler cambiare ciò che non mi piace….ma SENTO anche una grande dolcezza,un profumo soave che sa di perdono, una piccola certezza che non é tardi.Non é tardi per imparare.
    Fabio hai fatto vibrare queste parole con tutta l’emozione di cui sei capace.L’amore partorisce nuova vita e noi sentiamo l’amore che c’é tra di voi. Anche di questo vi ringrazio

  11. Sì, è vero, è proprio da brivido! E poi, forse proprio senza la musica, quelle parole risaltano ancora di più! Senza offesa per chi avrà senz’altro scelto una musica molto adatta. Ma dato che sono uno spirito che si distrae facilmente, apprezzo tutto ciò che mi aiuta a riportarmi a terra!
    iside

  12. Fabio, vorrei poter contraccambiare le emozioni vissute, ma riesco a farlo solo abbracciandoti con affetto insieme e Paola e a Giuliana! Ciao Maria Rosaria

  13. le braccia aperte, nell’abbraccio dell’amore incondizionato, testimoniano “l’ultima lezione”, grazie Marco,per le tue parole di vita, un percorso in questa poesia che non rifiuta nulla, non si distoglia dal dolore di ognuno di noi nel processo di rinascita, una via che sale verso l’infinito nell’accoglienza del fanciullo ferito. grazie a Fabio che interpreta con passione le immagini di questo quadro di umanità che vuole la libertà. siete un esempio di vera vita. grazie

  14. Con la visione e l’ascolto di questo stupendo video inizio la giornata con maggiore serenità, speranza e coraggio.
    Grazie di cuore a Marco, Giuliana, Fabio e Paola.

  15. L’intensità del messaggio risuona nella bellezza e nella potenza di immagini e parole. Marco, Fabio, Paola e Giuliana, grazie di questo dono che mi fa sentire insieme a voi nell’abbraccio.

  16. Fabio F. says:

    A maggio del 2006 parlai con l’amica Franca, grande referente dell’associazione ipovedenti e non vedenti, una delle figure di umanità più importanti della mia vita che m’insegnava a reinserirmi nella vita accettando la mia disabilità visiva, sferzandomi e incoraggiandomi, volevo essergli vicino con tutto l’affetto e la gratitudine che provavo per lei per avermi aiutato e difeso, e per gli stimoli che ricevevo a reagire nella perdita della vista. Ormai il suo male, inesorabile, la stava portando via e non trovavo parole d’aiuto o di conforto per le sue sofferenze. le dissi solo che avevo letto questo testo poetico:
    “Non rifiutare niente. Non giudicare. Non condannarti.
    Resta uno, unanime, un’anima indivisa. Resta coerente”.

    le ricordai allora quanti ragazzi che stavano perdendo la vista aveva aiutato a inserirsi nel mondo e quante persone aveva sollevato e tirato fuori dalla disperazione con la sua forza, la sua grinta ed energia. Fu molto contenta per queste, belle, BELLE PAROLE e per avergli parlato di Marco Guzzi: si ricordava bene quanto e com’era bravo il grande conduttore del 3131.

    Come avevo già scritto considero le parole come se fossero espresse dalla voce della vita che ci chiama con forza e, nello stesso tempo, con la benevolenza di un amore sconfinato, a viverla.
    Il poeta ha avuto un dono, e una capacità incredibile, a raccoglierle tutte insieme in un’unica “Ultima lezione”.
    Una lezione che se ascoltata è davvero preziosa, terapeutica e curativa.

    Continuerò sempre ad utilizzare queste parole come un “cavallo di battaglia”.

    Ringrazio Marco Guzzi, per quanto continua a comunicarci con i suoi scritti e la sua voce, mia moglie Paola che costantemente mi è vicino, mi incoraggia in questa difficile e pesante situazione, la carissima amica Giuliana per aver lanciato l’iniziativa a realizzare il video.
    È stata un unione davvero entusiasmante! Un lavoro di studio e approfondimento, di sondaggi, di scambio di pareri idee, impressioni, di ricerche di frasi citazioni immagini e migliori parole per presentare il post.
    Tre giorni insieme in un progetto che ci ha reso migliori, più forti e più uniti
    Ringrazio infine tutti gli amici di DP che hanno riconosciuto, condiviso e apprezzato il nostro lavoro.
    Grazie, grazie di cuore ,con un abbraccio forte a tutti e a ciascuno.

    Fabio

  17. Giuliana says:

    Durante la realizzazione del video ho visto la mia cecità, mi sono accorta di quanto Fabio veda meglio di me nella sua disabilità visiva e quanto sia stato arricchente per me stare insieme a lui e Paola in semplicità.
    La loro accoglienza mi ha traslocata in un luogo ampio e areato in cui nulla viene negato o rimosso, al contrario ogni cosa viene illuminata dalla Luce che trans-figura.

    Nell’ ultimo Collegio Docenti saluterò i miei colleghi con questo video; desidero chiudere il mio percorso professionale dentro un abbraccio: due braccia aperte che nulla rifiutano e nessuno escludono ci vengono incontro da sempre e sono il luogo in cui possiamo ritornare per ritrovarci, per rinnovare noi stessi e il mondo.
    Ne abbiamo tanto bisogno!

    Ringrazio Marco e Paola per la loro vicinanza, Fabio e Paola per aver corrisposto alla mia richiesta aprendomi la loro casa e tutti gli amici e le amiche che condividono la fatica e la gioia della trasformazione.
    Un grande abbraccio.
    Giuliana

  18. grazie Fabio: un’intensità che ti prende al petto, la tua, quella delle parole di Marco. grazie! Luciana

Speak Your Mind