Archivi per maggio 2011

Tim Parks – Insegnaci la quiete – … per meditare.

Sarà forse perché non riesco ad ottenere nemmeno lontanamente i risultati sperati pur comprendendone la cruciale importanza, in particolare, ma non solo, come strumento nei Gruppi di Darsi Pace, che mi ritrovo di nuovo a parlare di meditazione.

Come la si fa? Qual è il suo senso? …. erano domande che continuavano a frustrarmi…. ma ora è davvero un piacere poter proporre l’esperienza che mi è capitata perché sento di essere giunto ad un punto di svolta.

Grazie ad un breve trafiletto su uno dei miei settimanali preferiti, sono venuto per caso (?) a conoscenza di un libro dal titolo invitante, Insegnaci La Quiete, sottotitolo : Uno scettico sperimenta le vie della guarigione, di Tim Parks (A. Mondadori editore – pagine 345); sono corso alla mia Feltrinelli preferita, ho dato un’occhiata alle prime pagine e ai risvolti di copertina, l’ho acquistato al volo e letto in meno di una settimana!

Mi sono sempre illuso, dati i personali modesti progressi nella pratica della meditazione, che si trattasse di svelarne il segreto, ebbene grazie a Tim Parks, ho scoperto che non si tratta di alcun segreto, ma semplicemente di … imparare la (nostra) quiete.

Dunque eccomi a voi.

[Continua a leggere…]

SEGNI DEL NOSTRO TEMPO

Secondo gli ultimi dati statistici il 50% della popolazione mondiale dichiara di aver avuto, nell’ultimo anno, almeno un’esperienza di insonnia; nel nostro Paese la percentuale sale al 64%.

[Continua a leggere…]

Alla scuola dei leprotti

La meditazione con i bambini

La meditazione praticata  regolarmente mi induce a pensare nuova-mente alcune attività scolastiche per riproporle  come semplici azioni meditative sulle quali sostare ed osservare: la postura nel banco, l’ordine nell’esecuzione del lavoro, la cura del materiale, il tono della voce, la velocità con cui parliamo, le parole da dire al momento e in modo opportuno, come il saluto e il grazie.

[Continua a leggere…]

24 Ore Fuori E Dentro – The World Unplugged

Semmai voleste fare un’esperienza cruenta di frustrazione, confusione, noia, angoscia, fallimento e di quanto più angoscioso vi viene in mente che dura solo 24 ore con il vantaggio di non morire allora continuate a leggere…

[Continua a leggere…]

Dove sei?

Tra le prime pagine della Bibbia spunta decisa ed inquietante questa domanda rivolta da Dio ad Adamo.

Siamo nell’Eden ed Adamo con Eva avevano da poco sperimentato la loro più completa libertà di scelta , immagino questa riflessione :

siamo coscienti di essere stati creati , tutto in noi e attorno a noi è in perfetta sintonia e ci sono state indicate le cose da fare chiaramente , ci è stato dato anche un avvertimento chiaro ,” se mangeremo da quell’albero certamente moriremmo” [Continua a leggere…]

Pentitismo

Il termine non gode molta simpatia in quanto fatalmente viene riferito a un escamotage da parte di chi vuole ottenere benefici giudiziari in cambio di una “collaborazione” che sembra manifestare, più che acquisizione di senso morale, il ricorso ad un espediente per avere sconti giudiziari.

[Continua a leggere…]

Curarsi per curare

In occasione dell’incontro pasquale dei gruppi di “Darsi pace”, come di consuetudine, abbiamo condiviso, dividendoci in 4 o 5 persone, le nostre ansie, i piccoli traguardi raggiunti, le nostre aspettative per il futuro.

E’ sempre molto bello per me parlare in tale contesto, sento che emerge la mia vera anima, in piena libertà, senza paure, senza il timore di essere derisa o comunque giudicata. Parlo agli altri, ma in realtà parlo con me stessa come non so fare neanche in solitudine.

A differenza delle altre volte, però, in tale incontro, la persona che avevo accanto (e che non avevo avuto modo di conoscere in precedenza), ha esternato un certo disagio con tono anche accusatorio nei nostri confronti, quasi fosse un estraneo.

Il problema sollevato consisteva nel vedere il nostro lavoro più come una chiusura verso il mondo esterno che come un apertura alla relazione; quasi come se questa ricerca di darsi pace potesse essere intesa un atto puramente egoistico per la serenità del singolo a discapito di chi lo circonda. E la frase: “ Ma cosa fate di concreto per aiutare gli altri?” ancora mi risuona nella mente!

[Continua a leggere…]

I prodigi del silenzio, ombre e luci di chi tace

Il prodigio del silenzio è giungere a parlare tacendo, a essere espressivi senza usare le parole, ad avere una vita silenziosamente eloquente. Il silenzio è un modo diverso di comunicare e, più in profondità, un modo diverso di essere. E di vivere”. Così scrive Sabino Chialà, monaco della comunità di Bose, nel suo prezioso saggio “Silenzi, ombre e luci del tacere” (p. 82, edizioni Qiqajon, 8 euro). Prezioso perché non è l’inno al silenzio scritto per religiosi abituati alla pratica, ma una mappa del sottile paesaggio interiore che si apre a chiunque nel momento in cui si rinuncia a parlare.

[Continua a leggere…]

La visita


(del Cardinale Bellarmino a Giordano Bruno)

Questo omaggio a Giordano Bruno, realizzato dalla classe IV A del Liceo che porta il nome del filosofo, è un inno alla libertà e alla dignità della persona umana e del suo diritto alla autonoma ricerca della verità.

Il cortometraggio “La visita”, su testo di Marco Guzzi, è un dialogo serrato nella notte che precede il rogo a Campo dei Fiori: il filosofo nolano replica alle principali accuse di eresia e alle incalzanti sollecitazioni del Cardinale Bellarmino, consultore del Santo Uffizio, che cercherà fino all’ultimo di salvargli la vita.

[Continua a leggere…]